Archive for maggio, 2012

Visitare il faro di Leuca

E’ un periodo di crisi, si sa!

Anche il settore pubblico deve fare la sua parte in primis evitando gli sprechi e quindi cercando di valorizzare le proprie peculiarità!

E’ da un po’ di tempo che un’idea mi frulla per la testa ed uso il blog per avere un primo riscontro sulla bontà o meno della stessa.

Perchè non permettere, dietro pagamento di un biglietto d’ingresso, l’accesso al faro di Leuca?

Quanti saprebbero rinunciare all’opportunità di ammirare “de Finibus Terrae” da un punto così privilegiato?

Il faro è zona militare, e sicuramente ciò rappresenta un grosso ostacolo.

Però credo che in determinati giorni ed orari l’accesso potrebbe essere consentito ed il ritorno economico sarebbe di tutto rispetto.

Ipotizzando una media di 12 visitatori all’ora ed un orario di apertura di 8 ore per 5 giorni alla settimana, con un biglietto di ingresso di 10,00 euro, si potrebbero incassare 240.000 euro all’anno! Più che sufficienti per manutenzione ordinaria e straordinaria del faro (proprio in questi giorni sono in corso alcuni lavori) oltre naturalmente al pagamento degli stipendi per il personale che sarebbe impiegato.

Cosa ne dite?

Aiutaci ad evitare che uno stabilimento balneare venga costruito proprio su uno dei punti più belli e di maggior interesse naturalistico del Capo di Leuca

Una buona notizia per chi deve raggiungere Milano dallo scalo di Bergamo Orio al Serio (e viceversa!).

Con l’arrivo di Terravision il costo del biglietto per la tratta che collega lo scalo Lombardo al capoluogo di regione si è dimezzato: 5,00 euro il biglietto singolo, 9,00 euro per andata e ritorno. Ed i bambini sotto i 5 anni viaggiano gratis.

La prima e l’ ultima partenza da Milano sono alle 2.50 e alle 22.10. Da Orio al serio alle 4.05 e all’1:00. Frequenza: ogni 20′ al mattino presto; ogni 30′ di giorno.

Anche gli altri operatori si sono dovuti adeguare, abbassando il prezzo delle loro corse.

 

Google è in pericolo

Un simpatico giochino è stato introdotto dalla società di Mountain View!

Si tratta di un’animazione dinamica della pagina di ricerca.

Digitando “Zerg Rush“, infatti, dopo qualche secondo appaiono delle “o” che cominciano ad attaccare i risultati della query, distruggendoli

Lo scopo del gioco è quello di intercettare queste lettere impazzite e bloccarle, cliccandoci sopra con il mouse!

Alla fine il punteggio può essere condiviso attraverso Google+.

Ma cosa significa “Zerg Rush“?

Il termine deriva da Starcraft, un videogioco che molti appassionati conoscono, in cui è presente una “razza” chiamata appunto Zerg.

Lo Zerg Rush è quindi un attacco combinato verso un numero inferiore di avversari.

Che aspettate quindi? Digitate Zerg Rush su Google, e divertitevi!

 

Voglio approfittare di questo blog per farmi un pò di pubblicità!

Insieme a mio padre e mio fratello produciamo ogni anno dell’ottimo olio extravergine d’oliva, da alcuni uliveti nel basso salento (circa 250 alberi secolari).

Le olive, raccolte direttamente dall’albero nel periodo tra novembre e dicembre, vengono molite in giornata, ed il prodotto finale è un olio di altissima qualità.

Se vi trovate in zona saremo felici di farvelo assaggiare.

Per gli amici del blog la possibilità di acquistare una tanica da 25 litri a 185,00 euro (trasporto incluso!!!).

Potete contattarmi tramite email scrivendo a: giuliorosafio@libero.it

 

E’ andata in onda negli Stati Uniti l’ultima puntata della fortunatissima serie “Dr. House – Medical Division”

In questo articolo verrà svelato il finale, quindi invito chi non vuole “rovinarsi la sorpresa” ad interrompere la lettura e a non guardare il video.

Ma quanti sapranno resistere alla tentazione?

A questo punto proseguiamo con lo spoiler:

Nell’ultima puntata abbiamo il ritorno di tutti i personaggio più importanti della serie, con esclusione della dott.sa Cuddy.

House si trova intrappolato in un edificio in fiamme, in preda a delle allucinazioni che lo portano a confrontarsi con la sua coscienza.

Wilson e Foreman tentanto di raggiungerlo ma avviene una forte esplosione. Il corpo carbonizzato di House viene ritrovato più tardi ma, durante il funerale, ecco il colpo di scena: Wilson sta per pronunciare il suo discorso di commiato, quando riceve un sms: “Stai zitto, idiota!”.

House non è morto, ma ha inscenato tutto. Wilson lo raggiunge sotto casa e partono insieme per un viaggio in moto di qualche mese, finché la malattia del miglior amico del più eccentrico dottore americano non farà il proprio corso.

Ecco il video degli ultimi minuti

Affitti nel Salento

Da oggi sul blog anche alcune proposte per aiutarvi a trovare una soluzione per la vostra vacanza nel Salento!

Su questo articolo troverete i link aggiornati di volta in volta:

Appartamento Colella

 

Attenzione: Questo non è un sito di intermediazione! Tutte le strutture presenti sono inserite a titolo gratuito! Descrizioni e fotografie sono fornite direttamente dai proprietari.

Appartamento Colella

Villetta al piano terra in località Torre Pali a circa 550 mt dal mare. Di nuovissima costruzione, ultimata luglio 2011.
La villetta si trova in centro abitato ma in zona molto tranquilla.
Dispone di posto auto e ampio cortile con doccia esterna. Internamente è composta da soggiorno pranzo con angolo cottura, bagno con box doccia, camera matrimoniale e cameretta con letto a castello. Ideale per famiglia di 4 persone. A circa 150 mt dal centro sportivo con campi da tennis, pizzeria e divertimenti, a circa 500 mt dalla piazzetta comunale e dalla spiaggia libera. I primi stabilimenti distano circa 1 km. La spiaggia famosa delle Maldive del Salento dista solo 3 km, circa 3 minuti in auto.

Dettagli
Capacita: massimo 4 persone
Tipologia: Villetta, Trilocale, 2 camere da letto, 1 bagno
Accessori Confort: tv, posto auto, cortile, doccia esterna, ventilatore, zanzariere, animali accettati, in zona tranquilla
Nelle Vicinanze: centro sportivo, tennis, calcetto, pizzeria, bar, spiaggia libera e attrezzata, escursioni

Distanze
Mare: 550 mt
Centro: 300 mt
Negozi: 300 mt
Stazione ferroviaria: 10 km

 

Contatti: Claudio 349.4549060

 

 

 

 

In seguito alla realizzazione di progetti ed opere pubbliche o private, capita spesso di sentire o leggere della protesta da parte di chi si sente danneggiato dalle stesse, quasi sempre abitanti del luogo.

Quando a gridare allo scempio però, sono soprattutto turisti e fruitori occasionali del luogo oggetto di intervento, la sensazione che porta a pensare che quello che si sta facendo sia veramente sbagliato e fuori da ogni logica è veramente forte!

E’ il caso di Torre Vado, una graziosa marina del Capo di Leuca, e delle sue Sorgenti, luogo da sempre apprezzato da locali e non, in cui l’acqua dolce proveniente dalla falda, raggiunge il mare creando un luogo di altissimo pregio ambientale.

Una scellerata gestione della “cosa pubblica” (che ha coinvolto esponenti di entrambi gli schieramenti politici, che come da italica tradizione ora si rimpallano la responsabilità del malefatto) ha portato alla concessione per la costruzione di uno stabimento balneare proprio in questo tratto di mare.

All’inizio dei lavori una “sommossa popolare” ha portato alla sospensione degli stessi, alla nascita di un comitato e ad una serie di “azioni politico-tecnico-legali”.

Ora però, con una sentenza, il TAR ha condannato il Comune al risarcimento danni nei confronti della ditta che avrebbe dovuto cominciare a lavorare già 2 anni fa, ed ha autorizzato la stessa alla realizzazione dello stabilimento.

Ecco un estratto della sentenza:

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Puglia Lecce…

…condanna il Comune di Morciano di Leuca, …al pagamento in favore della Società della somma di € 83.097,00, oltre rivalutazione monetaria ed interessi,…

…condanna il Comune di Morciano di Leuca, …. al pagamento in favore della Società delle spese di giudizio, che liquida in € 2.000,00, oltre spese generali, CPA ed IVA come per legge.

...residua alla Società ricorrente, sino al termine della concessione, la possibilità di realizzare la struttura assentita con il permesso di costruire“.

Ora probabilmente ci sarà un ulteriore ricorso ma, comunque vada a finire, a mio modesto parere questa è una sconfitta per la classe politica Morcianese (di qualsivoglia schieramento): approssimativa, clientelare ed incapace di ammettere le proprie colpe e responsabilità.

 

 

Breve pausa!

In questi giorni per impegni vari sono stato poco presente sul blog!

Eccomi pronto a riprendere con gli articoli!