Molti di voi avranno sicuramente avuto modo di vedere il film campione di incassi dello scorso inverno: “Che bella giornata!”.

A giudicare dalle file ai botteghini, il successo è stato veramente indiscutibile, ed alla gente è piaciuto così tanto da mettere in moto quel meccanismo pubblicitario perfetto chiamato “passaparola”.

Non so però in quanti, usciti dal cinema, hanno avuto la sensazione che qualcosa che non quadrasse nella storia. In particolare non mi spiegavo la figura del sacerdote che “presta” la canonica a Checco Zalone. In alcuni spezzoni del film sembra dover assumere un ruolo ben definito nella trama ma, in definitiva, praticamente non compare.

A distanza di mesi ho scoperto che in effetti sono state tagliate delle scene ed una serie di gag con oggetto l’orologio della canonica del prete. Per motivi di “tempo” questa parte è stata tagliata ma, come detto, sono rimaste alcune tracce nel film.

In attesa di un’uscita “completa”, magari in DVD, per qualche risata in più, mi rimane la soddisfazione di aver risolto un piccolo mistero!