Oggi voglio esprimere la ammirazione per un carabiniere e di rimando verso tutte quelle forze dell’ordine maltrattate e bistrattate, costrette non di rado a subire aggressioni fisiche e ancor spesso verbali (che fanno male non meno delle prime).

Guardate la sfrontatezza di questo manifestante, in Val di Susa. Pronto a provocare, sperando in una reazione del carabiniere per poi magari gridare allo scandalo di uno stato assassino!

Bene, caro manifestante, ti voglio dire che la pecorella sei tu, incapace di una dialettica costruttiva e forte solo della tua meschinità!