Dopo lo scippo di voli dell’aeroporto di Bari ai danni di quello di Brindisi, dopo la soppressione di alcuni treni diretti per Lecce, che ora fanno capolinea a Bari, ecco un altro capitolo dell’infinito romanzo che vede il capoluogo pugliese ed “poteri forti” del governo “baricentrico” remare a senso unico, contro il Salento.

E’ notizia di oggi, l’inaugurazione del portale www.italiagodturisma.com, sito interamente in cirillico, ideato per promuovere il turismo italiano in Russia, in occasione dell’Anno incrociato del Turismo Russia-Italia, avviato a settembre scorso e che andrà avanti per tutto il 2014.

Il sito, presentato all’ambasciata d’Italia a Mosca, nasce grazie ad un accordo tra il ministero degli Affari Esteri, il ministero della Cultura e l’Enit sotto il coordinamento dell’ambasciata.

Peccato però, che tra le 10 località promosse nella sezione dedicata alla puglia, non compaia nessuna cittadina della provincia di Lecce.

Perchè usare fondi pubblici per far conoscere a potenziali turisti Russi la bellezza della Firenze del Sud, o di Otranto, o del Capo di Leuca? Meglio indirizzare i flussi nel Barese e nella Valle d’Itria!

Speriamo che prima o poi questo campanilismo abbia termine e si riesca una buona volta a fare sistema, lavorando per il bene di tutti i pugliesi!

 

Ecco la pagina del sito dedicata alla nostra regione